You are here: Home // Nazionale // Decreto carrozza: università pubblica ultimo atto

Decreto carrozza: università pubblica ultimo atto

Iscriversi all’università diventa sempre più un miraggio per molti di noi. Le tasse universitarie crescono esponenzialmente anno dopo anno, le borse di studio sono ridotte al lumicino, le agevolazioni per gli abbonamenti per i trasporti pubblici sono scomparse quasi ovunque e gli studentati sono assolutamente insufficienti a garantire un posto letto per tutti gli studenti fuori sede. Questo si traduce nell’impossibilità per molti di noi di potersi iscrivere all’università e per altri di poter concludere il loro percorso universitario (nel 2012 hanno abbandonato gli studi 758 mila giovani tra i 18 e i 24 anni. Si tratta del 17,6% della popolazione di quella fascia di età). Gli ultimi dati che abbiamo a disposizione descrivono una situazione al collasso per le università pubbliche dove sono ben 58 mila gli immatricolati in meno in soli dieci anni (dal 2003 al 2012). Che funzione dovrebbe assolvere l’università pubblica se non quella di poter dare a tutti la possibilità di poter studiare? La sopravvivenza dell’università pubblica viene continuamente messa in discussione e i finanziamenti che lo Stato versa agli atenei valutati come un inutile spreco di risorse statali, in questo il decreto Carrozza è in linea con le controriforme varate negli anni scorsi.

Scarica il volantone cliccando qui:

Fronte

Retro

 

Leave a Reply

Copyright © 2009 Sempre in Lotta – Coordinamento studentesco. All rights reserved.
Designed by SempreInLotta. Powered by SempreInLotta.