You are here: Home // Territori // No al 5 in condotta! Protestare è un diritto e per ciò difendiamo Imen R.

No al 5 in condotta! Protestare è un diritto e per ciò difendiamo Imen R.

Riteniamo inammissibile il 5 in condotta per I.R. L’unico motivo per cui ora si trova quel voto in pagella rispetto ai 10 degli altri anni è il fatto che quest’anno ha deciso di gestire un’occupazione nella sua scuola, l’Istituto Professionale Rubbiani di Bologna. Ma durante l’occupazione non c’è stato alcun comportamento di I.R. che giustifichi una tale decisione. Anzi, riteniamo che grazie al suo impegno e alla sua direzione la protesta si sia svolta in modo ordinato e siano stati organizzati diversi momenti di confronto tra noi studenti. Se ci sono stati dei danni alla struttura durante quelle giornate di lotta la responsabilità non è da imputare a I.R. che, invece, ha fatto di tutto per evitare che ciò avvenisse.

Allora possiamo solo dedurre che una tale punizione sia la diretta conseguenza del suo ruolo durante l’occupazione ovvero del fatto che I.R. si sia esposta molto per rappresentare le posizioni condivise dagli studenti.

Chiediamo che questa repressione nei confronti dell’attivismo politico di I.R. venga ritirata immediatamente e rivendichiamo la correttezza di quella occupazione. Ricordiamo che quella mobilitazione aveva come obiettivi principali l’opposizione alla chiusura del corso di fotografia (stiamo parlando di un Istituto professionale di indirizzo grafico) e la rivendicazione del diritto di fare assemblea d’istituto ogni mese.

Questo è un grave atto intimidatorio e per questo chiediamo un immediato passo indietro di chi si è reso responsabile di tale scelta!

Tags: , ,

Leave a Reply

Copyright © 2009 Sempre in Lotta – Coordinamento studentesco. All rights reserved.
Designed by SempreInLotta. Powered by SempreInLotta.