You are here: Home // Campagne, Tagli ai trasporti, Territori // Aumentano gli abbonamenti, si alleggeriscono le tasche!

Aumentano gli abbonamenti, si alleggeriscono le tasche!

Mese nuovo, stangata nuova. Questa volta si tratta dell’abbonamento ATM, aumentato fino al 30% secondo quanto deciso dalla Giunta comunale di Milano. La delibera, in vigore da domenica 1 settembre, ha comportato un aumento tutt’altro che trascurabile soprattutto per gli studenti e lavoratori che arrivano da fuori Milano. Da Milano ad Assago si pagheranno 54.50 euro a fronte dei 49.50 di qualche mese fa per l’abbonamento mensile, l’annuale verrà a costare 496 euro, esattamente 30 euro in più. Per chi invece arriva dalla “area media” (Rho, Pioltello, Pieve, Arese) l’abbonamento mensile costerà 78.50 euro, l’annuale 682,50. Ma anche a Milano non si scherza: gli abbonamenti mensili sono passati da 30 a 35 euro, gli annuali da 300 a 360 euro. Persino i pendolari “io viaggio ovunque in Lombardia” e “io viaggio ovunque in provincia” si trovano a dover sborsare di più, essendo aumentate le tariffe del 2,84%, che non è poco. Apparentemente solo gli studenti e i pensionati milanesi sono salvaguardati, pagando soltanto (e anche qui è relativo) 5 euro in più. Ma per quanto ancora? Pisapia, nel lontano 2011, dichiarò che non aveva intenzione di aumentare i costi dei trasporti urbani, eccezion fatta per l’aumento del biglietto da 1 euro a 1.50, eppure la salassata è giunta. Lo stesso assessore alla Mobilità del Comune di Milano ha dichiarato che se non arriveranno aiuti da parte dello stato già nel 2014 la situazione potrebbe peggiorare. Non arriveranno aiuti da parte dello stato: siamo in rosso. Cosa dobbiamo aspettarci da una Giunta che, con la buona scusa della costruzione della M5 (era necessaria? Anche qui abbiamo i nostri dubbi) e della scarnezza delle casse comunali, non fa che complicare l’accessibilità ai servizi? Servizi che dovrebbero essere gratuiti, perlomeno per gli studenti: la scuola è un diritto, e in quanto diritto dovrebbe essere accessibile per tutti. Quindi, anche le persone meno abbienti dovrebbero poter procurarsi tutto il materiale, l’assicurazione di un passaggio fino all’edificio eccetera. Non è così. In Brasile è scoppiata una rivolta per l’aumento dei mezzi. Noi siamo davvero messi meglio?

Scarica il file in pdf

Leave a Reply

Copyright © 2009 Sempre in Lotta – Coordinamento studentesco. All rights reserved.
Designed by SempreInLotta. Powered by SempreInLotta.