You are here: Home // Campagne // 14. 11. 2012 SCIOPERO GENERALE! è ora di lottare, è ora di organizzarci!

14. 11. 2012 SCIOPERO GENERALE! è ora di lottare, è ora di organizzarci!

Il 14 novembre è sciopero generale. È sciopero in Spagna, in Portogallo, in Grecia, a Malta e a Cipro. Ed è sciopero anche in Italia, finalmente. I lavoratori incrociano le braccia per dire basta alle politiche di austerità che tolgono lavoro, stipendi e servizi fondamentali, a partire da scuola e sanità. I governi di tutta Europa hanno deciso che la crisi deve essere pagata da chi fatica ad arrivare a fine mese e non da chi ha fatto e continua a fare miliardi di euro di profitti. Noi non ci stiamo e scendiamo in piazza insieme a chi sciopera per bloccare queste politiche.

Le nostre scuole e università vanno verso la rovina per 20 anni di controriforme, tagli e privatizzazioni. Il governo continua a tagliare (ultimo taglio: 700 milioni di euro previsti nella “Legge di Stabilità”) e si appresta ad approvare il pdl 953 (ex Aprea), che aprirebbe il governo delle scuole alle aziende private, annichilendo la rappresentanza studentesca e del personale Ata. Intanto prova ad alzare l’orario di lavoro dei docenti senza neanche aumento di stipendio, mentre ci sono centinaia di migliaia di persone che potrebbero essere assunte per insegnare ma vengono lasciate senza lavoro.

È ormai evidente che non possiamo aspettarci concessioni, ma solo lottando possiamo difendere i nostri diritti. Per questo è importante unire le forze di chi si vuole opporre al governo Monti e a chiunque sostenga queste misure. Unire le forze degli studenti, dicendo ognuno le proprie idee su come andare avanti ma senza che questo divida le piazze. Unire le forze degli studenti a quelli dei lavoratori, a partire da quelli della scuola che sono disposti a mobilitarsi e poi a tutti i lavoratori in lotta. Saremo quindi in piazza il 14, per difendere la scuola e per sostenere lo sciopero. Ma vogliamo essere chiari: questo sciopero non può essere pensato come una giornata isolata che poi ci si dimentica.

È necessario che chi l’ha convocato si faccia carico di organizzare, partendo da qui, una mobilitazione di ampio respiro che attivi forze sufficienti per bloccare davvero l’operato del governo, fino alla sua caduta!

 

Per contribuire a questo, come studenti lavoreremo per la maggior partecipazione possibile il 14 e dal giorno dopo per organizzarci nelle scuole e nelle facoltà, con assemblee, collettivi, mobilitazioni. Se la Grecia insegna qualcosa, è che per non essere ridotti alla miseria dovremo saper resistere ad attacchi sempre più violenti fino a sconfiggere questo sistema economico.

 

SEMPRE IN LOTTA PER:

-Il blocco della riforma ex-Aprea e dell’aumento di orario di lavoro a parità di salario dei docenti.

-Il raddoppio immediato dei finanziamenti alla scuola e all’università. Piano di messa in sicurezza delle scuole. Assunzione del personale necessario dalle graduatorie.

-L’abrogazione della legge Fornero sul lavoro, ripristino dell’articolo 18.

-Contro la repressione nelle scuole: non si può colpire chi lotta per i propri diritti.

-Contro il pagamento del debito pubblico: i nostri soldi devono garantirci diritti e servizi, non riempire le tasche già gonfie delle banche e delle grandi aziende.

-Contro il governo Monti e qualunque governo che continui con queste politiche.

-Organizzare le nostre forze: un collettivo in ogni scuola e facoltà, assemblee di istituto e di facoltà, coordinare le lotte.

 

Scarica il volantino

Scarica la locandina

Leave a Reply

Copyright © 2009 Sempre in Lotta – Coordinamento studentesco. All rights reserved.
Designed by SempreInLotta. Powered by SempreInLotta.