You are here: Home // Internazionale // Il vento della Grecia arriva in Italia

Il vento della Grecia arriva in Italia

Assemblee con Angelos Irakleidis

compagno di Epanastasi (rivoluzione) il giornale dei marxisti di Syriza

Mercoledì 24 ottobre


Milano

ore 14.30 Università statale, Via Festa del perdono
ore 20,30 Spazio Cam Garibaldi, Corso Garibaldi 27

Giovedì 25

Crema (Cr)
ore 9 Itis Pacioli – Assemblea

Trieste
ore 17
presso il bar equo e solidale Knulp, Via Madonna del Mare 7

Udine
ore 19:00 aperitivo resistente,
ore 20.30 assemblea

preso il Circolo Arci Cas*aupa, via Val d’aupa 2

Venerdì 26 

Trento
ore 20
Hotel accademia, Via colico
(dietro santa maria maggiore)

Sabato  27

Bologna

ore 12.30

ASSEMBLEA + PRANZO SOCIALE
Piazza Spadolini (adiacente al Liceo Copernico) angolo Via Garavaglia-Via Salvini
Info: 3475353300

Modena
ore 16
C/o Federazione del Prc, Via Canaletto 151
seguirà aperitivo di autofinanziamento

Domenica 28 

Firenze

Arci Progresso, via Vittorio Emanuele 135

ore 19 Aperitivo di autofinanziamento per Epanastasi
ore 20.30 Assemblea: “Grecia tra crisi e rivoluzione”

 

Lunedì 29

Napoli, ore 15.30

aula S04 (facoltà di Architettura Federico II), via Forno Vecchio

Santa Maria Capua Vetere (Ce),

Centro sociale Spartaco, ore 18

 

Martedì 30

Roma

dalle ore 17
via Galilei n. 53
(presso i locali dell’ Associazione  “Esquilino Domani”)
Metro A fermata Manzoni al termine aperetivo per epanastasi

organizza Falcemartello e Collettivo stella rossa

 

 

Per informazioni su ora e luogo esatto delle assemblee
scrivi a redazione@marxismo.net
o telefona allo 0266107298

La Grecia è l’avanguardia della lotta di classe in Europa. Agli attacchi della borghesia nazionale ed internazionale, ed alle condizioni capestro imposte dalla troika, i lavoratori e i giovani greci hanno risposto con 19 scioperi generali, occupando le piazze, le fabbriche, i luoghi di lavoro e di studio.

A livello politico, le elezioni del 6 maggio e del 17 giugno hanno visto una crescente radicalizzazione politica, che ha avuto come espressione la spettacolare crescita di Syriza, passata nel giro di pochi mesi dal 4,5 al 27% delle ultime elezioni politiche. Syriza è il fronte elettorale del Synaspismos, uno dei partiti che provengono dal movimento comunista greco. È diventato il principale punto di riferimento delle masse greche perché ha rifiutato di appoggiare le politiche di austerità ed ogni governo che le ha portate avanti, prima del Pasok (il partito socialdemocratico) e poi di unità nazionale.

La vittoria di Nuova democrazia per una manciata di voti ha fatto tirare un grosso sospiro di sollievo ai padroni di tutta Europa. Ma non ha risolto alcun problema: Samaras è a capo di un governo fragile che non potrà rispettare gli impegni presi con la troika. Troika che non solo ha detto no a qualunque ritardo nel rispetto del memorandum, proposto da Samaras, ma ha rincarato la dose chiedendo, nella recente missione ad Atene, ancora più flessibilità del mercato del lavoro e nuove privatizzazioni. Il tutto mentre il dibattito oggi non è più se la Grecia lascerà l’euro ma solo quando questo accadrà. Insomma, la Grecia procede a passi rapidi verso una nuova esplosione della lotta di classe. In questo contesto il dibattito che sta cominciando a sinistra, sulla trasformazione di Syriza da fronte elettorale a partito di massa acquisisce un importanza vitale.

Se fino ad oggi, le misure di austerità sono passate una dopo l’altra è soprattutto perché mancava un’organizzazione politica dei lavoratori e dei giovani greci che potesse opporre un programma alternativo a quello del padronato.

La discussione in Syriza oggi è proprio questa: se il partito deve essere fautore di un’opposizione “responsabile” che si propone solo di alleviare le conseguenze delle politiche di lacrime e sangue di Samaras o uno strumento di lotta attraverso il quale le masse riescano a rovesciare il sistema esistente. Tale è la posizione difesa da Epanastasi, il giornale dei marxisti di Syriza, che fanno parte della Tendenza marxista internazionale, la stessa di Falcemartello.

Esiste un grande interesse in Italia per gli avvenimenti greci: tanti lavoratori e attivisti di sinistra hanno compreso che la lotta contro la crisi capitalista è una lotta internazionale e che la Grecia ne è la punta più avanzata. Un interesse che abbiamo constatato con le iniziative che abbiamo organizzato tra giugno e luglio. Assemblee puubbliche, cene e aperitivi in solidarietà con i marxisti greci a cui hanno partecipato centinaia di persone.

Questa campagna di solidarietà continua.

Dal 23 al 31 ottobre avremo in Italia un compagno di Epanastasi, i marxisti di Syriza, Angelos Irakleidis. Nelle iniziative con lui raccoglieremo anche fondi, necessari affinchè i compagni di Epanastasi possano condurre la loro attività rivoluzionaria, in una situazione di crollo del tenore di vita come quello che stiamo vedendo in Grecia.

Leave a Reply

Copyright © 2009 Sempre in Lotta – Coordinamento studentesco. All rights reserved.
Designed by SempreInLotta. Powered by SempreInLotta.