You are here: Home // Territori // Ripresa attività CSP Crema

Ripresa attività CSP Crema

Lo scorso anno scolastico il Comitato in difesa della Scuola Pubblica di Crema è stato impegnato nella lotta contro il caro trasporti, problema che ha colpito studenti pendolari non solo del cremasco ma di tutta la nazione. Tra volantinaggi e azioni di boicottaggio a discapito dell’azienda Adda Trasporti, la mobilitazione è andata avanti nelle scuole, sui pullman e nelle strade, fino a culminare nello sciopero del 10 maggio.
Anche questo settembre il costo dei biglietti dei mezzi pubblici è aumentato e continuerà a farlo, influendo sempre più pesantemente sul diritto allo studio.
Dai rialzi dei costi per la mobilità, ai finanziamenti alle scuole private, alla non troppo distante nel tempo riforma Gelmini, le operazioni di smantellamento della scuola pubblica e del diritto allo studio vengono perpetrate da anni da quegli stessi padroni che oggi licenziano, creano mondi di disoccupazione, annullano tutele ai lavoratori.
I tagli, specialmente al settore dell’istruzione, non sono ancora finiti e con la spending review università e ricerca sono nuovamente sotto attacco.
In un momento storico di crisi e impoverimento della cultura il Csp vuole essere nucleo di organizzazione e protesta studentesca. È infatti fondamentale come studenti rialzare la testa per non delegare ad altri e prendere direttamente in mano le rivendicazioni di una scuola pubblica e di qualità. Contro il proliferare di sovvenzioni con cui i governi dei banchieri non smettono di favorire scuole private, dove il sapere diventa elitario, il Csp lotta perché studiare non cessi di essere un diritto, trasformandosi in un privilegio dipendente da censo e classe sociale.
Nell’anno scolastico 2008/2009, infatti, l’attività del Comitato si era coagulata intorno allo scandalo della costruzione nel cremasco di un istituto privato gestito da Comunione e Liberazione e finanziato con 4, 5 milioni di soldi pubblici dati dalla regione Lombardia grazie al presidente Formigoni, ultimamente indagato per tangenti e corruzione, mentre l’edilizia scolastica versava in condizioni vergognose e il massacro della riforma Gelmini iniziava a rendersi effettivo.
Ora il Csp Crema riprende l’attività e rilancia le lotte studentesche.
Non saranno gli studenti e i lavoratori a pagare la crisi del sistema capitalista.
Unisciti al Csp – discuti, organizzati, lotta!
Ci troviamo ogni mercoledì alle ore 14:00 in via Cremona 27

Leave a Reply

Copyright © 2009 Sempre in Lotta – Coordinamento studentesco. All rights reserved.
Designed by SempreInLotta. Powered by SempreInLotta.