You are here: Home // Territori // Lei è un preside?No, un carabiniere!

Lei è un preside?No, un carabiniere!

Comunicato dei Giovani Comunisti Modena sulle misure disciplinari effettuate dal Preside del Liceo artistico Venturi verso quindici studenti, in seguito all’0ccupazione. Segue al comunicato la lettera inviata dal Preside agli studenti.

Tra novembre e dicembre scorsi il riverbero del vento dell’Occupy Wall Street è arrivato nelle scuole superiori, dove si è assistito all’occupazione di vari istituti da parte degli studenti. La lotta oggettivamente non è stata di massa, anzi il movimento, a differenza degli anni passati, non s’è neppure dato un’organizzazione a livello cittadino. Ma ciò che sorprende non sono i limiti del movimento studentesco, argomento di cui si discute spesso, quanto la qualità nuova della risposta repressiva venuta dai dirigenti scolastici: particolarmente in una scuola, il liceo artistico Venturi. Al Venturi il preside, ex carabiniere, ha pensato bene di utilizzare studenti e insegnanti come infiltrati durante l’occupazione: questi personaggi avrebbero prodotto schiaccianti prove top secret (nessuno le ha mai viste!) contro 15 studenti, rei di aver partecipato all’occupazione ed esserne stati tra i promotori. Si è assistito quindi ad un processo sommario e probabilmente illegale: un’assemblea dei soli docenti (molti, per paura o meno, proni al volere del preside) di tutte le classi degli alunni ribelli ha decretato infatti per i 15: il 5 in condotta (fuori scrutinio naturalmente, i carabinieri ci tengono alle regole…); 10 giorni di sospensione con obbligo di frequenza (andare a scuola è importante, ma per il 5 in condotta, oltre allo scrutinio, non occorrevano almeno 15 giorni di sospensione?); l’obbligo di imparare ad essere dei bravi cittadini seguendo iniziative di formazione (leggasi: rieducazione) sui temi sociali cari ai giovani, organizzate dal preside altrimenti conosciuto come Sgt. Hartman Jr.

Il sergente ci tiene tanto alla formazione degli studenti che ha cambiato a spese sue la serratura dell’aula dove il collettivo studentesco dell’istituto si riuniva (ma non fraintendetelo! Non è un attacco politico!…). Forza, “Democratici”, raccontateci ora che il 5 in condotta non è un’arma politica, usata esplicitamente contro chi lotta: gli studenti del Venturi vi riserveranno una calda accoglienza.

Ai Genitori dellx studentx

XXXXXXXXXXXXXX

Oggetto: Provvedimento Disciplinare

A seguito dell’occupazione dei locali scolastici della sede di Via de’ Servi di questo Istituto, che ha avuto luogo dalla sera del 28 novembre al pomeriggio del 4 dicembre 2011, lo scrivente ha individuato un gruppo di studenti che hanno rivestito ruolo di promotori e organizzatori, ovvero sono risultati molto attivi nel corso dell’occupazione.

Lx studentx XXXXXXXXXX (classe XXXXX) è statx riconosciutx in tale gruppo.
I consigli di classe di cui gli studenti suddetti fanno parte, riuniti in congiunta seduta straordinaria in data 20-12-2011, hanno deliberato le sanzioni disciplinari a loro carico.

Allx studentx xxxxxxxxxxx sono pertanto irrogate le seguenti sanzioni:
1) Voto 5 in condotta nello scrutinio trimestrale;
2) Sospensione per giorni 10, con obbligo di frequenza delle lezioni;
3) Esclusione da ogni visita d’istruzione organizzata nel corso dell’anno scolastico per la classe di appartenenza.

Inoltre lx studentx parteciperà a una iniziativa di formazione relativa alle tematiche sociali ed economiche, che interessano particolarmente i giovani, organizzata dalla scuola.

I genitori sono invitati a conferire con il Preside (previo appuntamento) ovvero con il docente coordinatore di classe prof. xxxxxxxxxx

Avverso il presente provvedimento, a norma del Regolamento interno di questo Istituto e dei D.P.R. n. 249/1998 e n.235/2007 – “Statuto degli Studenti”, può essere presentato ricorso alla Commissione di Garanzia di questo Istituto, entro gg.15 dalla ricezione del provvedimento stesso.

Distinti saluti

Il Dirigente Scolastico
(Prof. Eugenio Sponzilli)

 

Leave a Reply

Copyright © 2009 Sempre in Lotta – Coordinamento studentesco. All rights reserved.
Designed by SempreInLotta. Powered by SempreInLotta.