You are here: Home // Territori // Profumo di vecchio?lottiamo di nuovo!

Profumo di vecchio?lottiamo di nuovo!

Volantino distribuito dal Csp Caserta per la venuta del Ministro dell’istruzione Profumo

Diamo il nostro “benvenuto” a Francesco Profumo, ex rettore del Politecnico di Torino (alfiere delle università-azienda), che dal 2008 al 2010 è stato membro del Consiglio di Amministrazione di Unicredit Private Bank , oggi neo ministro dell’Istruzione del governo Monti. Non ha bisogno di ulteriori presentazioni per essere inquadrato, ci basti ricordare le sue prime dichiarazioni dopo l’insediamento, quando espresse le sue considerazioni sull’operato del governo uscente Berlusconi, apprezzandone la riforma Gelmini non che la vicinanza alla strategia Marchionne. C’è chi è stato “selezionato” per incontrarlo a Caserta, non ci sentiamo offesi per essere stati esclusi, nessun dialogo con chi si pulisce la faccia discutendo di “antimafia” mentre si prepara a distruggere il nostro futuro! In questa provincia la Camorra e il sistema economico capitalista sono la stessa cosa, non si può difendere l’uno e lottare contro l’altra. Ricordiamo al professor Profumo che in provincia di Caserta ci sono più scuole private che pubbliche; le condizioni strutturali in cui versano gli edifici scolastici sono tra le peggiori in Italia poi, ironia della sorte, ci sono scuole come il Siani di Aversa che ha sede in un palazzo (inagibile) di Cosentino e non è un bene confiscato! Ma non basta, i tagli della precedente manovra Tremonti-Gelmini, a cui il neo ministro si ispira, hanno chiuso laboratori, tagliato cattedre, aumentato il tetto di alunni per ogni classe, mandato a casa negli ultimi 3 anni 800 precari (tra personale ATA e docente), a cui vanno aggiunti altri 217 lavoratori (tra scuola primaria, scuola secondaria di primo grado e scuola secondaria di secondo grado) per il 2012. Il governo dei padroni e dei banchieri non si limita ad umiliare un’intera generazione dicendo che: «il posto fisso è noioso» e che «laurearsi a 28 anni è da sfigati»; infatti poco importa a questi “tecnici” se lavori per pagarti gli studi, ma elaborano un ridimensionamento del bilancio dell’istruzione pubblica che sfiorerà la cifra di 4 miliardi di euro in meno nel 2012.

I piani del ministro sono in totale continuità con il processo di smantellamento della pubblica istruzione portato avanti da più di vent’anni di contro-riforme e iniziato con l’Autonomia scolastica e universitaria, a cui è dedicato l’intero articolo 50 del recente decreto semplificazioni. Nel decreto ci sono altre anticipazioni, dicono di voler mettere in sicurezza gli edifici scolastici ma non una virgola sugli aumenti dei fondi statali, vogliono potenziare gli istituti tecnici e professionali, leggi più stage senza diritti e senza costi per le aziende, ma l’attacco più grave è l’ipotesi di abolizione del valore legale del titolo di studio, ciò significherebbe che chi si laurea alla SUN o alla Federico II non avrà gli stessi diritti di uno studente che può permettersi la Bocconi.

Profumo propone una consultazione su internet ma, indipendentemente dal fatto che questa potrebbe essere falsificata, il valore legale del titolo di studio non può e non deve essere oggetto di nessuna valutazione.Lo difenderemo ad ogni costo! Oggi esistono scuole e università di seria A e di serie B? Sì, per questo lottiamo affinché queste discriminazioni vengano abolite per sempre!

Dalla Grecia ci arriva una lezione importante, i governi espressione della Troika (UE, BCE ed FMI), sono decisi a far pagare il costo della crisi ai giovani e ai lavoratori d’Europa con ogni mezzo, violenza militare compresa, non ci può essere dialogo con costoro, per tanto solo la lotta per rovesciare questo sistema di precarietà e sfruttamento paga. Oggi a Caserta, domani in tutto il paese, uniamo le lotte per costruire l’opposizione sociale al governo Monti!

FUORI PADRONI E BANCHIERI DA SCUOLE E FACOLTÀ!

 

Leave a Reply

Copyright © 2009 Sempre in Lotta – Coordinamento studentesco. All rights reserved.
Designed by SempreInLotta. Powered by SempreInLotta.