You are here: Home // Territori // 20 aprile Roma, Valerio Verbano: una ferita ancora aperta

20 aprile Roma, Valerio Verbano: una ferita ancora aperta

MERCOLEDI 20 APRILE, ORE 18:00 ASSEMBLEA PUBBLICA per la presentazione del libro di Marco Capoccetti Boccia “Valerio Verbano, una ferita ancora aperta” insieme all’autore, in via briziarelli, 19 (metro B rebibbia) a seguire cena sociale di autofinanziamento

Valerio Verbano era un giovane militante comunista ucciso dai neofascisti capitolini il 22 febbraio 1980. Figlio di quella generazione che subì la dura repressione dello Stato, scaturita dall’alto livello di conflittualità e di lotta raggiunto dalla classe operaia e dai giovani in quegli anni, Valerio decise di lottare e lo fece attraverso la controinformazione antifascista. Raccolse quasi 400 pagine di materiale informativo sugli stretti rapporti che i neofascisti intrattenevano con le forze armate e gli apparati dello Stato. E fu proprio questo particolareggiato dossieraggio la causa della reazione delle camice nere, che si macchiarono di un nuovo efferato omicidio. Valerio era un antifascista militante che mai perse la speranza nella possibilità di cambiare la società: tutta la sua vita fu dedicata a questo scopo! Ora che i fascisti si stanno radicando nuovamente nei quartieri e nelle città, come la recente occupazione di un locale nel quartiere di Verbano, dobbiamo far nostra la prospettiva e la risolutezza di Valerio, per far sì che il suo sacrificio non sia stato vano. Ciò è possibile solamente grazie all’impegno militante antifascista e la comprensione della storia di questo giovane compagno; storia fatta di passioni e consapevolezza.

comment closed

Copyright © 2009 Sempre in Lotta – Coordinamento studentesco. All rights reserved.
Designed by SempreInLotta. Powered by SempreInLotta.