You are here: Home // Territori // Solo la lotta paga!Sosteniamo la lotta dei lavoratori dell’ex Jabil!

Solo la lotta paga!Sosteniamo la lotta dei lavoratori dell’ex Jabil!

La crisi economica in provincia di Caserta ha origini lontane e ha visto vari passaggi, subendo negli anni un vero processo di deindustrializzazione. L’ex Jabil (ora Competence) ha subìto negli anni questo processo; non è cambiata la volontà dei padroni di far pagare agli operai gli effetti devastanti della loro ripetute crisi. Rischiano il lavoro oltre mille lavoratori, considerando anche l’indotto. In questi mesi, di fronte alla minaccia della perdita del posto di lavoro e ,ora di fronte alla prospettiva di un commissariamento della fabbrica, i lavoratori non sono rimasti a guardare: sit-in, blocchi stradali, presidi permanenti alla fabbrica e un partecipatissimo presidio al consolato americano a Roma. In questa fase la resistenza messa in piedi dai lavoratori in Italia dimostra che la strada giusta è la lotta e che solo i lavoratori hanno davvero un’alternativa da offrire alla prospettiva della chiusura,della disoccupazione e della miseria. La grande prova di dignità dei lavoratori di Mirafiori, di Pomigliano e lo sciopero generale del 28 gennaio dimostrano che oggi più che mai è necessario unire le lotte dei lavoratori,alle lotte delle giovani generazioni, completamente massacrate nelle prospettive di vita da questo Governo!

VOLANTINO PDF

 Costruiamo l’unità a partire dalle vertenze che ci sono sul territorio, quella dei precari della scuola, delle lavoratrici e dei lavoratori immigrati, degli studenti medi e universitari che si sono mobilitati in questo autunno contro la riforma Gelmini e costruendo un’interlocuzione con gli operai delle altre aziende (come Firema, Proma, Ergom). il disegno dei padroni è uno solo: fare profitto sulla pelle dei lavoratori, la risposta dei lavoratori dev’essere una sola: no alla distruzione della produzione in provincia di Caserta, che non siano sempre i lavoratori e i giovani a pagare gli effetti di politiche di sciacallaggio, anche sul terreno industriale. Si è aperta con Marchionne la strada verso un nuovo tipo di relazioni sindacali e una nuova stangata ai diritti e alle condizioni di lavoro,ma la risposta operaia c’è stata e apre, questa si, una nuova discussione: come produrre, per gli interessi di chi e a quali condizioni. Al modello Fiat, che tutte le aziende guardano con interesse, opponiamoci col modello che la Fiom ha messo in campo a Pomigliano! La ripresa delle lotte operaie è il punto essenziale, intorno alla resistenza dei lavoratori costruiamo un fronte comune studenti-lavoratori, difendere il lavoro significa difendere il futuro!

Giovani Comuniste/i Caserta

Comitato in difesa della Scuola Pubblica Caserta

comment closed

Copyright © 2009 Sempre in Lotta – Coordinamento studentesco. All rights reserved.
Designed by SempreInLotta. Powered by SempreInLotta.