You are here: Home // Contro il Ddl gelmini // Manifestazione a Cagliari 3 dicembre: “studenti e operai uniti nella lotta”

Manifestazione a Cagliari 3 dicembre: “studenti e operai uniti nella lotta”

La lotta contro la legge Gelmini ha suscitato anche in Sardegna le proteste attese. A Cagliari venerdì 3 dicembre si è avuta una manifestazione, tra le cui parole d’ordine c’era “Studenti e operai uniti nella lotta”.

Questo slogan veniva scandito mentre circa 200 univeristari bloccavano i treni alla stazione, assieme ai lavoratori della Geas, un’impresa delle pulizie dei treni, che non ricevono lo stipendio da 4 mesi. Il blocco dei treni si è protratto per un paio d’ore, dopodichè gli studenti si sono diretti alla vicina stazione dei pullman dove hanno bloccato anche qua i veicoli per un‘altra ora. Nonostante questa azione di per sé significativa, gli universitari hanno proseguito con la mobilitazione, unendosi, sempre lì nella via principale di Cagliari, alla protesta dei commercianti ambulanti, che contestavano al comune lo spostamento della tradizionale sede del mercatino di Natale dalla centralissima via Roma in una piazza meno accessibile, a quest’ulteriore manifestazione si sono riuniti anche i lavoratori Geas provenienti dalla stazione. Gli studenti hanno poi proseguito bloccando altre due piazze vicine al Palazzo delle scienze occupato e al Magistero, anch’esso occupato. Questo episodio dimostra che contrariamente alle concezioni volgarmente democratiche e “autonome”, presenti in parecchie delle associazioni studentesche, la parola d’ordine dell’unità delle lotte degli studenti e dei lavoratori è spesso concretizzata nella lotta spontanea, perché vista come necessità, anche se in maniera inizialmente confusa e parziale, per potenziare il fuoco contro il governo.

Quel che viene considerato spesso romanticismo rivoluzionario, “ideologico” è in realtà l’unica direzione possibile per contrastare fino in fondo le scelte dei vari governi degli ultimi 20 anni, sulla scuola e l’univeristà, integrare lotta di lavoratori e studenti significa opporsi all’integrazione semplicistica dell’univeristà e della scuola alla produzione economica e mantenere e sviluppare la grande conquista del diritto universale all’istruzione e alla libertà di ricerca scientifica.

di Gabriele Ara

comment closed

Copyright © 2009 Sempre in Lotta – Coordinamento studentesco. All rights reserved.
Designed by SempreInLotta. Powered by SempreInLotta.