You are here: Home // Territori // Sciopero generale 11 maggio caserta

Sciopero generale 11 maggio caserta

La politica del governo Monti di attacchi ai lavoratori, agli studenti e al popolo è sempre più violenta e spietata. il piano di tagli sancito dalla coppia Gelmini-Tremonti lascia dietro di sé una scuola pubblica in ginocchio e il governo Monti non fa che seguire questa linea di distruzione del pubblico a favore di una istruzione per i ricchi, con l’abolizione legale del titolo di studio. Gli studenti vengono attaccati anche fuori dalla scuola, senza alcun futuro nel mondo del lavoro. Il governo Monti denigra il lavoro stabile a favore di quello “flessibile”, cioè quel lavoro conosciuto come “precario”, fatto di instabilità, licenziamenti facili, ricatti lavorativi, contratti sottopagati. Tutto questo in un panorama di licenziamenti e attacchi ai diritti dei lavoratoti, all’art.18, agli ammortizzatori sociali e alle pensioni. Mentre in Val di Susa si spendono miliardi di euro di soldi pubblici per costruire la TAV, ed altrettanti per manganellare i cittadini che quella linea non la vogliono, a Caserta si chiude la ACMS, Azienda Casertana Mobilità e Servizi, dando i lavoratori in pasto ai privati. Privatizzazione e licenziamenti. Sono queste la parole d’ordine del governo Monti! Il Comitato in difesa della scuola pubblica e i Giovani Comunisti di Caserta, che da sempre lottano con gli studenti al fianco dei lavoratori, parteciperanno l’11 maggio allo sciopero generale in provincia di Caserta.

VOLANTINO

Organizzati e lotta con noi per:

 -Veri diritti per tutti. Investimenti nell’istruzione e nella sanità pubblica, sotto il controllo e la gestione democratica dei lavoratori e degli utenti dei servizi.

 – piano nazionale del trasporto pubblico su ferro e su gomma: nazionalizzazione sotto il controllo dei lavoratori e dell’utenza di Trenitalia e di tutte le aziende private che gestiscono treni, autobus, filobus, metropolitane.

 -Respingere gli attacchi ai lavoratori. No a sfruttamento, disoccupazione e precariato. Distribuzione del lavoro necessario a tutti i lavoratori disponibili con riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario.

 -No alla repressione delle lotte, dalla Fiat alle scuole alla Valsusa. Piena agibilità politica e autodifesa delle lotte.

 

Tags:

Leave a Reply

Copyright © 2009 Sempre in Lotta – Coordinamento studentesco. All rights reserved.
Designed by SempreInLotta. Powered by SempreInLotta.